Shop More Submit  Join Login
×

:iconyivae: More from Yivae


Featured in Collections

Journals by ChocoHal


More from deviantART



Details

Submitted on
October 8, 2012
Link
Thumb

Stats

Views
9,746 (2 today)
Favourites
35 (who?)
Comments
250
×

Ho bisogno di Aiuto (Italian journal )

Journal Entry: Mon Oct 8, 2012, 4:57 AM


:star: Aggiornamento al 27/10/12 a fondo articolo :star:

Salve a tutti :heart:

Scrivo questo Journal perchè ho bisogno di aiuto riguardo una faccenda che affligge me e mia sorella Hieyizar da oltre un anno , vi prego , se avete un po' di tempo , leggete çç , so che è un po' lungo ma abbiate pazienza , non voglio chiedervi questo favore senza spiegarvi la vicenda , non lo troverei onesto.
Riguarda una casa editrice , specificatamente la Teke editori , con la quale abbiamo avuto a che fare.

Lo scorso anno , forse qualcuno lo ricorda , annunciai la futura pubblicazione di un fumetto proprio con questa casa editrice , una mia amica di fiducia già ci lavorava ed un'altra amica mi aveva contattata per chiedermi di realizzare un fumetto yaoi , ero molto insicura ma decisi di provare.

Prima di quella pubblicazione mi disserò però che dovevo dare prova della mia abilità , realizzando come primo lavoro una doujinshi ed è quella che ho pubblicato qui su deviantar su Naruto chiamata "Riflesso" , mentre quella di mia sorella Hieyizar si chiama "Intangibile" ed è di final fantasy VII.

Io non amo le doujinshi e non amavo che venisse venduto qualcosa che infrangesse i diritti di autore , ma mi dissero che era più che altro materiale pubblicitario ,qualcosa per farmi conoscere e per dimostrare che ero in grado.
Realizzammo quindi le doujinshi in tempo record ( per me che sono lenta e lavoro ) ma poi cominciammo ad avere i primi problemi di dialogo con la signora che gestisce la casa editrice , problemi di cattivo linguaggio e poco rispetto.
Per me disegnare è un'immensa passione ed un hobby , non bramo la fama , non bramo la popolarità , non ero intenzionata a farmi prendere a calci in bocca solo per vedere una mia opera su uno scaffale , quindi decisi assieme ad Hie che non avremmo lavorato per loro.

50 copie di ogni doujinshi , però , erano già state stampate e vendute una buona parte alla fiera romana Romics , quindi , visto che mi sento di affermare di essere una persona onesta , per aver preso la decisione di non lavorare più con loro , dissi loro che la rimanenza di quelle 50 poteva venir venduta per recuperare almeno i costi di stampa ma oltre quelle non dovevano esserne stampate altre.
Non doveva essere un problema visto che ad ottobre proprio la signora mi disse che erano quasi esaurite e dovevano essere ristampate , la storia , secondo me , sarebbe durata poco.

Dopo un anno sono ancora qui a non saper che fare perchè quelle doujinshi vengono ancora vendute.

Inutile che vi dica che non c'è nessun contratto dietro di esse , nessuna mia ufficiale o legale autorizzazione a vendere un mio progetto personale , anzi , io l'ho messa gratuitamente sul mio sito internet proprio perchè non ho intenzione di prendere denaro.
Per i miei sani principi non ho nemmeno mai accettato il pagamento delle 50 copie dalla casa editrice , io non ho preso un solo soldo per queste doujinshi , mentre la casa editrice ne ha ristampate per un anno , dicendomi ogni volta che le copie vendute appartenevano alle prime 50 stampate e che dovevano ancora finire.

Si potrebbe pensare che dica il vero , peccato che già dopo Romics , Lucca e Fumettopoli , io avevo superato i 50 commenti privati di gente che mi scriveva per dirmi che l'aveva comprata , sia alle fiere che in negozi.
La signora continuava a dire che non era vero ed io non avevo nulla per dimostrare il contrario.
Essendo una persona pacifica , sebbene tutti gli incoraggiamenti degli amici a farlo , non li ho mai denunciati , ho aspettato , pensando che prima o poi ci sarebbe stato un limite , quelle 50 copie non potevano durare in eterno.
Questa estate ho visto però una foto nel negozio MusShop online su facebook ( esattamente questa www.facebook.com/photo.php?fbi… in basso a sinistra ci sono i bordi delle copie , quelle azzurrine sono di Hie quelle color pesca e bianche sono le mie , il personale mi ha detto che queste sono le rimanenze delle copie che gli sono arrivate un anno fa...se a Luglio avevano così tante copie ed il MusShop , come sempre mi ha spiegato il personale , è solo uno dei negozi riforniti dalla Teke , l'idea di volermi far credere alle uniche 50 copie stampate in un anno non regge proprio più... ) ed ho capito che l'onestà da parte di questa persona non l'avrei mai ricevuta.

Mi sono mobilitata per andare alla Romics ed ho chiesto a degli amici di controllare per me , ma li , stranamente non c'erano.
Quindi ho successivamente chiesto se finalmente fossero finite e mi è stato detto che ne erano rimaste addirittura una decina in magazzino ( ricordo che è da un anno che minacciano di finire , a gennaio mi dissero che ne erano rimaste 18...quindi ci vuole una gran faccia tosta per dire cose simili... ).
Ho chiesto se potevo averle io , visto che erano in magazzino , così la storia sarebbe finita , ma la signora ha cominciato a fare problemi , a dire che serviva una mia liberatoria firmata , o che dovevo andare io nella sede a prenderle.
Le ho detto che non mi interessava averle , mi serviva solo la sua parola che non sarebbero mai state vendute , ma non c'è stato modo di farglielo affermare.
C'è stata un'accesa discussione dove , purtroppo , sono stata costretta a minacciarli che li avrei denunciati , visto che qui non si sta parlando di mia cuginetta che va al mercatino delle pulci a vendere un fumettino agli amichetti , qui si parla di una casa editrice che di per se presumo infranga i diritti di autore ( se e come paghino i diritti non lo so , ma quando ho chiesto se ci sarebbe mai stato un contratto , mi risposero che il contratto per le doujinshi non era previsto , perchè considerato materiale pubblicitario...quindi non per azzardare ipotesi ma non so... ) , in più divulga del materiale privato a scopo di lucro che io non ho autorizzato con un legale contratto.
Per farvi capire con che persona ho avuto a che fare , lei mi ha detto che se la denuncio sono io che devo pagare i danni per aver rubato l'idea ad un autore famoso........quindi io , che non ho preso soldi , che senza alcuno scopo di lucro ho creato una doujinshi di Naruto mettendola gratuitamente online scrivendo che i personaggi non mi appartengono , pago i danni , loro sono puliti...non so , ditemi voi se vi sembra una cosa sensata...

La signora mi ha eliminata dai suoi contatti di facebook dicendo "di essersi finalmente liberata di una merda" ( per inciso , io ho tutti gli screen di ogni conversazione per chi volesse accertarsi che io non dico bugie ) e mi ha bloccata senza avermi mai dato la sua parola che queste doujinshi non verranno vendute , anzi afferma che io l'ho perseguitata per saperlo , spiandola addirittura alla Romics , perchè logicamente a chi verrebbe in mente di voler sapere che qualcuno non guadagni sulle proprie personali opere?è da squilibrati dopo un anno che si viene derubati , dopo un anno a veder le tasche degli altri ingrossarsi , voler mettere la parola fine , giusto?


Per questo sto chiedendo il vostro aiuto , io non posso essere ovunque , non posso essere ad ogni fiera , non posso sapere la disonestà di questa gente a che livelli arriverà , quindi vi chiedo , per favore , se voi andate alle fiere e vi capita di vedere il loro stand ( chiamato MusShop come il negozio di cui sopra o se si chiama anche in altri modi non ho avuto modo di saperlo ) o se vi capita di stare a milano e di poter andare nel negozio a loro affiliato ( MusShop situato in Via Cesare Abba 25 a Milano, MM Dergano - orario mar-ven:10.30/12.30 15.30/19.30 sab:10.30/19.30 ) potete controllare se ci sono e se le stanno vendendo?
Per quanto riguarda il MusShop , chiedo di controllare ancora perchè il personale mi ha informata che sono rimaste delle copie ( ma non mi hanno saputo dire quante ) in magazzino bloccate dalla signora della teke per non farle vendere...io non so quando la signora deciderà di cambiare idea , quindi non vorrei un giorno rivederle in giro perchè le copie nel magazzino sono risaltate fuori.
Magari potreste fare una foto , qualcosa che mi dia la possibilità di agire , perchè ve lo giuro , io sono una persona pacifica , non vorrei arrivare a tanto , per me sarebbe davvero una rottura intraprendere vie legali per questa dannata doujinshi che sto maledicendo da un anno , lo farei solo nel caso ora gli avvertimenti non fossero bastati.
Ve ne sarei eternamente grata ,davvero ,  non voglio ripercussioni , non voglio che andate la ad insultarli , non mi interessa , a quelli ci ho già pensato io ( ed è stato anche il minimo...)
Se non vi chiedo troppo , mi aiutereste anche a divulgare la notizia con i vostri amici?magari se voi non siete tipi da fiera ma avete amici che ci vanno , se avete conoscenze a milano , mi fareste davvero un gran favore.
Se volete potete anche aiutarmi a pubblicizzare questo journal , ogni aiuto è immensamente gradito çOç!! :heart:

Me la sarei sbrigata da sola , senza chiedere niente come ho fatto per un anno intero , perchè non mi piace proprio arrivare a fare queste piazzate , però la signora mi ha bloccata senza mai affermare che non venderà più questo mio personale e non autorizzato prodotto , la mia non vuole essere diffamazione , non ho nessun rapporto di lavoro con loro e non ne ho mai avuto , è la mia personale esperienza con una persona a me sconosciuta a livello lavorativo , magari agli altri potrebbe andar bene , a me non è accaduto.

Lo so che molti potrebbero dire che non dovevo dare io questo progetto a loro , ma non l'ho dato ad un mio amico che poi mi ha tradito , l'ho lasciato in mani che io credevo essere professionali ed oneste , purtroppo ho sbagliato e non ripeterò mai più l'errore.

Per chiunque voglia pubblicare un fumetto , veramente , vedete se ne vale sempre la pena , lavorate con persone che vi danno il giusto rispetto e la giusta retribuzione , non fatevi mettere i piedi in testa da persone che sono più forti di voi solo perchè vi promettono "di avverare i vostri sogni"...

Io con i miei fumetti voglio comunicare un messaggio , magari anche banale per alcuni , nascosto forse , ma è comunque un messaggio...cosa comunicherei ai lettori se già di base mi sarei dovuta vendere per arrivare a loro?
Mi dispiace io ho i miei principi , più che vedere il mio fumetto su un ipotetico scaffale , voglio mantenere la mia onestà.

Grazie a tutti per aver letto , scusate se ho scritto così tanto.

Queste sono le copertine delle doujinshi per riconoscerle:

Intangibile: FFVII Doujinshi by Hieyizar Riflesso : Naruto Doujinshi by Yivae

Grazie ancora. :heart:

:star: Edit: Volevo aggiungere un dettaglio riguardo ad un argomento che mi state chiedendo in molti , sia qui che su facebook che privatamente :

Il fatto che io mi sia stupita dell'ipotesi portata avanti dalla signora , riguardo la quale come lei mi ha detto "potrei essere citata per danni per aver rubato l'idea ad un altro autore" , è da ricondurre al fatto che io e mia sorella non siamo le uniche due autrici che hanno realizzato doujinshi per la casa editrice.
All'incirca un'altra decina di autori durante questo anno ha realizzato doujinshi su manga/anime/film/videgame come Hetalia , Kuroshitsuji , Ace Attorney , Tiger&Bunny , Harry Potter , Yu-gi-oh ed altre serie ancora , alcuni anche più di una , quindi la cosa che non capisco , come mai se dici che io posso essere citata per danni , hai portato gli autori che lavorano per te a fare la medesima cosa , sapendo di richiedergli un lavoro che tu stessa consideri non legale e perseguibile?
Gli altri autori di doujinshi sono come me , privi di contratto , quindi perchè se io sono perseguibile , vengono richieste doujinshi agli altri autori che potrebbero eventualmente (a quanto lei ha scritto ) metterli nei guai?

Per chi ha quindi dei dubbi sulla questione e si dice incerto se la casa editrice possa o meno avvalersi di qualcosa contro di me , io a mia parere posso solo dire che , se qualcosa dovesse venir fatto a tal proposito contro di me e mia sorella , tutti gli altri autori coinvolti anch'essi nelle doujinshi , subirebbero le stesse ripercussioni , non so quanto di guadagnato ci sarebbe in tutto questo.

:star: Aggiornamento al 27/10/12 :star:

Ciao a tutti :heart:

Prima di scrivere gli aggiornamenti della situazione , volevo ringraziare tutti voi di cuore çç :hug:
Non avrei mai immaginato di ricevere tutto questo supporto , tutto questo calore e solidarietà , grazie infinite a tutti quelli che hanno preso a cuore la situazione decidendo di darmi un aiuto , a chi ha aiutato condividendo , a chi ne ha parlato agli amici , a tutti voi grazie veramente , è stato di enorme supporto per me e di grande conforto çç :heart:

Per quel che riguarda la situazione , ho avuto modo di parlare con molte persone , di ascoltare diversi pareri di chi se ne intende e di farmi un chiaro della situazione , vi garantisco che se mai questa storia , sebbene quanto successo con questo monito online , dovesse proseguire non me ne starò con le mani in mano , anche grazie al preziosissimo aiuto che mi darà chi può girare per fiere e negozi più di quanto possa fare io , se mai uscirà di nuovo fuori qualche volume , ho chi mi aiuterà a muovermi nella direzione giusta.

Dal canto suo la casa editrice , nemmeno a dirlo , non si è mai scusata ne' mi ha contattata , non che mi aspettassi diversamente , perchè evidentemente solo a me è stato insegnato che ammettere i propri errori non è sinonimo di debolezza , ma anzi di coraggio ed umiltà...
La signora che detiene la casa editrice in sua difesa ha affermato che per qualcosa di "non originale" non solo non serve il contratto , ma anzi non serve nemmeno il consenso dell'autore...
Quindi per quanto lei dice , chiunque potrebbe navigare per siti , raccogliere immagini di fanart , fanfic o doujinshi , stamparle e venderle senza incorrere in alcun tipo di problema , visto che l'autore non deve acconsentire.
Probabilmente resasi conto della totale mancanza di base di quanto detto , ha cominciato a difendersi spiegando ( sempre nella sua bacheca di facebook , personale e rivolta solo ad i suoi amici ) che sono stata io a non volere del denaro , affermazione secondo me senza senso , visto che io l'ho anche scritto nel mio journal che in seguito ai problemi accaduti , ho rifiutato il suo denaro , quindi cosa volesse ottenere con tale affermazione non l'ho ancora ben compreso , non credo che il fatto che io non abbia voluto denaro , giustifichi la casa editrice a stampare più copie di quante io ne avevo già gentilmente e senza obbligo concesse o a trattarmi in modo sgarbato ignorandomi e dandomi della "merda"...
A questo proposito vorrei anche linkare una discussione avuta proprio tra i commenti del journal  , di un'altra ragazza che faceva parte della casa editrice e che ha avuto dei problemi simili : comments.deviantart.com/1/3313… , putroppo non sono stata l'unica a non aver ricevuto un trattamento adeguato.
Per quel che riguarda la foto che ho linkato nel journal , delle nostre doujinshi esposte in gran quantità in un negozio di milano , qui veramente si è sorpassato il limite dell'incoerenza.
Ne sono state dette davvero tante a questo proposito , prima fra tutte la signora ha affermato che il personale le ha detto che la foto era vecchia , perchè logicamente se tu stai mettendo delle foto dove mostri la merce in saldo , è normale che tu metti una foto vecchia , di prodotti che magari non hai più....
La scusa da sola probabilmente non reggeva quindi ha aggiunto che lei aveva proibito già da tempo al negozio di venderle , ma loro hanno disobbedito vendendole lo stesso , lasciandomi veramente perplessa , perchè da che mondo e mondo un fornitore che si dice legato a questo negozio da una sola "informale collaborazione" ha il diritto di proibire a tale negozio di vendere un prodotto da loro acquistato , anzichè chiederne il reso?
L'informale collaborazione poi tra la casa editrice ed il negozio viene messa seriamente in dubbio dalla figlia della signora stessa che in questo commento pubblico qui in questo journal di deviantart ( qui c'è il commento per chi volesse leggerlo comments.deviantart.com/1/3313… ) afferma che è stata proprio sua madre ad aprire il negozio alle ragazze...
Insomma la patata bollente è stata cercata di passare di mano in mano , con strani battibecchi dove uno accusava l'altro , senza successo.

La cosa che mi è dispiaciuta di più di questa faccenda e che non credevo venisse raggiunta , è stato il feroce accanimento da parte della signora verso i suoi stessi autori , insultati e minacciati ( solo in privato , mentre in pubblico la signora continuava a chiedersi come mai lei fosse stato fatto tutto questo... ) non per ragioni professionali , ma perchè non sono accorsi a difenderla pubblicamente , facendole fare quindi brutta figura...
Per me è stato davvero triste vedere questo comportamento , soprattutto perchè giustificato dal fatto che lei "da un'opportunità che nessuno darebbe a questi autori" che lei "li aiuta a relizzare i loro sogni".
Se qualcuno vuole può smentirmi , però io credo davvero che qui si sta parlando di lavoro , qui nessuno fa favori a nessuno , l'opportunità non viene data solo al giovane , il giovane stesso anzi darà un'opportunità alla casa editrice , non si può continuare ad andare avanti con le velate minacce...
Ho visto in questo anno , autrici esaltate dalla casa editrice come di grande talento , di grande successo , per poi vederle etichettate in modi spregevoli una volta andate via dalla casa editrice , dove il loro fumetto che fino a pochi mesi prima raggiungeva vendite straordinarie , smetteva poi magicamente di vendere....
Non si parla di simpatie , non devo risultare simpatico o carino ,non devo vendere in base a quanto sono coinvolto , ma in base al mio lavoro che se è veramente buono merita l'adeguato successo , qui si parla di rispetto , di lavoro , non si può aver paura di parlare col tuo datore di lavoro , perchè altrimenti 5 minuti dopo lo vedrai scrivere sulla sua bacheca di facebook "queste mi hanno scassato la minchia!"...questi giochi ho smesso di sopportarli alle scuole medie.

Gli autori hanno reagito a questa situazione in modi diversi , c'è chi ha capito la questione che lo circonda decidendo di prendere provvedimenti , c'è chi mi ha detto che il journal non gli è piaciuto perchè ora rischia di vendere meno ( davvero nobile ) e c'è chi la situazione l'ha capita ma decide di lasciar correre perchè si associa all'idea "se non mi pubblica questa casa editrice , non ho speranza"...io rispetto tutti loro , nella speranza che questo rispetto lo ricevano anche da chi "sta realizzando i loro sogni"...

Ho scritto di nuovo molto , scusate , sono abituata a dare sempre un chiaro della situazione completo , perchè dire frasi a metà che magari possono sembrare dette per portare la situazione a mio favore , non fa proprio per me :heart: ho l'abitudine di dire tutto , poi chi legge avrà la sua opinione che io rispetterò sempre :hug:
Mi ha stupita veramente , lo ripeto , vedere tutti questi commenti , sia qui che su altri social network , unanime al 100% , solidali...grazie ancora , credo proprio che in situazioni simili , un movimento online , valga più di 100 movimenti legali che magari verrebbero messi a tacere da chi detiene il denaro , cosa che qui non è stata possibile.
Spero che questo sia stato utile non solo a me e mia sorella , ma che abbia dato modo di riflessione per chiunque , casa editrice compresa.

Grazie ancora , se avrò altri aggiornamenti li scriverò :heart:
A presto :huggle:

  • Listening to: ---
  • Reading: La Rinascita
  • Watching: ---
  • Playing: World of Warcraft with my family
  • Eating: Pastaaaa =ç=
  • Drinking: Acqua only Water
Add a Comment:
 
:icond-structive:
D-structive Featured By Owner Dec 30, 2012
Ciao.
Scusa, non ho potuto fare a meno di leggere questo tuo journal.
Un paio di domande:
1. Tu hai messo da qualche parte sul tuo volume i crediti? Intendo..Naruto -mi pare avessi scritto..XD- copyright di...Nome del tipo?
2. Gli originali li hai ancora?

Perchè se tu hai messo i crediti e tutto, nessuno può dirti nulla. Perchè risulta come fanart.
Ed in quanto fanart, dubito che tu possa passare dei guai a riguardo. (Anche perchè se hai messo i crediti, in questo modo non solo scrivi che i personaggi ecc sono proprietà dell'autore originale, ma gli fai anche una gran pubblicità.)
In più..Se hai gli originali, tu volendo puoi denunciare i suddetti signori -o meglio, signora- della casa editrice, dimostrando che stanno vendendo roba tua senza il tuo permesso.
Che io sappia, ultimamante le leggi sul copyright sono cambiate.
L'unico casino che potresti avere è una mancanza di qualunque genere di contratto/foglio di carta firmato ecc.
Intendo..E' una cosa a doppio taglio.
Tu puoi dire che loro avevano promesso di vendere solo cinquanta copie ma che ti hanno altamente fregata, così come loro possono dire che non è vero niente e che tu hai ceduto loro i diritti del tuo lavoro nel momento in cui hai accettato di pubblicarlo. Tortuoso, ma possibile.

Onestamente non so come potrebbe funzionare. Se vuoi un consiglio, -come già ti han detto altri, vedo..- cerca di accumulare più prove e testimonianze che puoi e poi denunciali.
Più aspetti più questi rischiano di farla franca e di far soldi con il tuo lavoro..
Reply
:iconkite04:
Kite04 Featured By Owner Nov 22, 2012   Traditional Artist
leggo solo ora questa storia e davvero mi lascia senza parole, capisco la tua situazione questa storia mi colpisce da vicino, comunque io ti assicuro tutto l'aiuto che posso darti, mi informerò in giro e a Mantova mi metterò alla ricerca, se trovo qualcosa ti manderò un messaggio privato con gli aggiornamenti.
Su forza e coraggio!
ho sparso la voce sul gruppo che gestisco su FB, ti farò sapere ;)
Reply
:iconyivae:
Yivae Featured By Owner Dec 30, 2012  Hobbyist
Perdona il ritardo ç3ç
Grazie mille per il supporto ç_ç , è stata davvero una storiaccia che ora sembra aver messo la "casa editrice" abbastanza in guardia da capire che deve smetterla di truffare la gente , anche se non sono sicura che smetterà di truffare quei poveri autori che pur di avere una briciola di falsa notorietà , non perdono occasione di vendere l'anima al diavolo...
Non li biasimo , ma mai accetterei di barattare così le mie opere , piuttosto ci si autopubblica , cadere preda di queste persone false che ti riempiono solo di illusioni , fa sì che la tua autostima vada a farsi benedire , perchè all'inizio per loro sei sempre splendido , magnifico , grande , poi se non lecchini bene e a fondo , improvvisamente ti dicono che la tua opera non vende , che fai dei lavori mediocri , che è incerto se il seguoti del tuo volume uscirà ancora...
Per non parlare poi delle quantità che vendi...se sei nella schiera dei "leccaculo" allora stranamente alle fiere la tua operà venderà 10-15 copie ( che a parer mio è pure un numero infimo... ) ma se purtroppo sei nella schiera delle persone oneste , ahimè la tua copia se sei fortunato venderà 1 massimo 2 pezzi...e visto che vieni pagato dopo un anno dal contratto ( altro motivo per cui ho salutato la "casa editrice" prima di cominciare un volume vero e proprio ) potresti ritrovarti ad aver fatto un gran culo sulla tua opera e che ti venga detto che purtroppo hai venduto in un anno giusto 50-60 copie , dove tu prenderai il 20% su 8,50€ che costano i volumi , quindi in un anno hai guadagnato la bellezza di 85 euro...wow...
Puoi avere testimoni che dicono di aver comprato le copie , puoi anche sbattergli in faccia 200 foto di 200 persone diverse che hanno acquistato il tuo volume , non gliene fregherà nulla , perchè se la signora dice di averne vendute 50 , quelle ti pagherà ( a lungo termine e come decide lei tra l'altro... ) perchè sul contratto c'è scritto che sulle 250 copie iniziali che vengono stampate , è a sua discrezione decidere quante regalarne , quante donarne come materiale pubblicitario...
magari lei torna da te dicendoti "le 250 copie sono finite , firma per farne stampare altre 250 " e a te ne pagherà solo 50 , perchè le altre sono state sparse qua e la , magari anche perse...quando in realtà le vende.
Ma l'importante è che si vanti di "far avverare i sogni dei giovani"....sì...distruggerli semmai...
è una cosa schifosa , come fanno certi autori a scendere a patti con certe persone davvero me lo chiedo , che razza di fumetto produci se per produrlo ti fai calpestare in questo modo? bah , poveri loro , se avessi detto realmente tutto quel che c'era da dire in questo journal , altro che insulti avrebbero tirato fuori i lettori.
Scusa per il commento lungo x°D e grazie mille ancora per l'aiuto çOç :huggle:
Reply
:iconkite04:
Kite04 Featured By Owner Dec 30, 2012   Traditional Artist
mamma mia cominciando anche io a introdurmi tra le case editrici, capisco la situazione ed è schifoso davvero schifoso, non esiste più meritocrazia, insomma mi dispiace per tutta la situazione che tu e tua sorella avete dovuto sopportare, davvero, e non ve la meritate , siete due artiste eccezionali e dovreste spiccare non incontrare imbroglioni del genere, dai io spero si risolva al più presto questa brutta situazione e non abbattetevi, con i vostro talento andrete ovunque, non abbattetevi per degli idioti, non cambiate dovete rimanere oneste come siete non adattatevi a quelli.
Reply
:iconpivoinerouge:
PivoineRouge Featured By Owner Oct 28, 2012
Mi sembra davvero strano che una direttrice di casa editrice faccia errori così madornali di violazione del copyright e del diritto di autore. Io non sono un legale, ma credo che se la signora stessa ha affermato che si tratta di opere "di prova", atte solo a dimostrare le proprie capacità, proprio per questo non è autorizzata a trarne lucro. Ti consiglio vivamente di consultare un avvocato, magari esperto in diritti di autore; dato che non costa poco, una soluzione potrebbe essere cercare altre persone che, come te, purtroppo, sono incappate nello stesso problema. Ti auguro con tutto il cuore di risolvere al più presto questo incresciosa situazione. Good Luck.
Reply
:iconnuechan:
nuechan Featured By Owner Oct 27, 2012  Student General Artist
Leggo ora l'aggiornamento, e ribadisco che concordo e vi appoggio in tutto e per tutto. Sono lieta che riusciate a vedere almeno un piccolo spiraglio di luce o che, quantomeno, vi sentiate meglio :hug:
Non mollate mai, che siete bravissime!
Reply
:iconfeiuccia:
Feiuccia Featured By Owner Oct 27, 2012  Hobbyist Digital Artist
Scusa se rispondo solo adesso: a San Donà fumetti non avevano ne la tua doujinshi, ne quella di tua sorella =)
Reply
:iconyivae:
Yivae Featured By Owner Oct 27, 2012  Hobbyist
Grazie mille , sei stata gentilissima çOç!

spero davvero che questo journal li demotivi dal portare mai più queste doujinshi in giro , anche alle prossime fiere >^<! :heart:
grazie davvero per l'aiuto e per esserti ricordata di scrivermelo ç^ç :hug:
Reply
:iconmiharumale:
MiharuMale Featured By Owner Oct 20, 2012
Buonasera. Prima di scrivere il mio commento, mi presento un attimo in modo da far capire meglio il perché scrivo questa risposta e il suo contenuto.
Il mio nome è Andrea, e anche io ho parlato "con la signora" (potrà essersi comportata male, ma ha un nome ed un cognome. Ergo, la chiamerò Lucia, come è giusto che venga fatto) per la pubblicazione del mio libro. Ho parlato con lei, anche se ancora non ho firmato alcun contratto perché non ho ancora finito la storia. Inoltre, conosco molto bene le ragazze del MusShop, e giusto un paio di sere fa ho parlato con loro di questa storia. Quindi, posso darvi un pochino di informazioni in più, visto che -avendo sia letto ciò che hai scritto e ascoltato ciò che hanno detto loro- posso dire di aver sentito entrambe le campane.

Per prima cosa, il MusShop e la Teke Editori sono due cose diverse. Il fatto che alcuni articoli venduti dal MusShop siano di provenienza Teke (poco meno del 10%, se volessimo fare una stima) non significa che il suddetto MushShop sia direttamente collegato con le scelte della Teke come casa editori, né tantomeno con il comportamento personale di Lucia. Detto questo, io ho parlato con le ragazze, che mi hanno un po' spiegato. A loro non è mai stato detto nulla di tutto questo, su quelle Doujinshi, loro le hanno solamente esposte in negozio come hanno fatto con altri articoli (tra i quali il loro fumetto, pubblicato con la stessa Teke; e loro si sono trovate bene con Lucia). Inoltre, per quanto riguarda il fatto di far restituire le Doujinshi, so di per certo che Lucia ad un certo punto ha acconsentito a resistuirtele, chiedendoti di darle un indirizzo. Indirizzo che si è poi visto essere di una parrucchiera. Dal punto di vista fiscale, lei aveva bisogno di far risultare chiaramente a chi le dava e per quale motivo, altrimenti sarebbero potute risultare vendute in nero.
Altro punto. Mi è stato detto che tu, ad un certo punto, hai effettivamente contattato il MusShop, ma invece di spiegare chiaramente cosa era successo, chiedendo di rimuovere dagli scaffali le Doujinshi, hai chiesto solamente "Avete delle Doujinshi?" (ora, non so le parole esatte, ma il senso è questo).
Chiariamoci, io non sono dalla parte di nessuno, perché penso che comunque Lucia si sia comportata malissimo (anche nei confronti delle ragazze del MusShop, che sono state INSULTATE perché non si sono schierate dalla sua parte, ma si sono tirate indietro dichiarando che loro erano all'oscuro di tutto. Una di loro è stata molto male, ed entrambe non se la passano benissimo. Credimi, non è né un'esagerazione né un commento di parte), però penso che ci sia il bisogno di distinguere la Teke dal MusShop. Ho letto alcuni commenti, nei quali si percepisce un forte astio nei confronti di questo negozio, dal quale le ragazze non riescono nemmeno a guadagnare i soldi per fare la spesa. So che voi tutte potreste rispondere "E al popolo?", ma vi sto dicendo questo per darvi un quadro migliore della situazione. Il mondo non è diviso in bianco e nero, e il MusShop non è un mostro cattivo che vende le Doujinshi lucrandoci sopra come un matto, perché non è così.

So di aver scritto molto, e non sono nessuno per aprir bocca, ma voglio aggiungere un'ultima cosa: sono un artista anche io. Sono uno scrittore, e leggendo la tua storia ho sentito un forte senso di protezione nei confronti della mia storia, ho avuto paura di perderla e che potesse essere sfruttata, senza che le venisse dato il giusto valore. Ho avuto paura, davvero, e ti posso capire. Posso capire cosa significa avere un sogno, lottare giorno e notte contro tutti e tutto, e poi vederlo calpestato in questo modo. Conto di parlare con Lucia il prima possibile, perché sono un ragazzo al quale piace chiarire. Eppure, permettimi di dirlo, secondo me c'è stato un problema di comunicazione, da un certo punto in poi. Non dico che sia colpa tua, o sua, io non do colpe a nessuno perché sono esterno alla faccenda. Volevo solo spezzare una lancia in favore del MusShop, e delle ragazze che lo gestiscono, perché sono mie amiche e quasi come la mia famiglia.

Detto questo, mi eclisso. Scusate ancora, ma dovevo dire la mia.
Reply
:iconyivae:
Yivae Featured By Owner Oct 20, 2012  Hobbyist
Ciao andrea , piacere di conoscerti ^^ :heart:
Ho scritto "la signora" nel mio Journal perchè non era mia intenzione procurarle spam di gente nella sua bacheca , non avevo questo interesse , non ho scritto nomi e nick di nessuno apposta.
Prima di risponderti a qualsiasi cosa , vorrei solo che tu leggessi il commento pubblico che la figlia di Lucia mi ha scritto proprio qui su deviantart ,dove io rispondo , fallo leggere anche a Tamynachan , visto che la figlia attacca personalmente le vostre amiche del MusShop come tra l'altro ha fatto anche la madre sul suo facebook , dicendo che lei aveva proibito loro di vendere le doujinshi ( con che diritto poi si può proibire una cosa simile ad un negozio che è indipendente , non lo so ) ma che loro lo hanno fatto lo stesso...
Comunque il link è questo : [link] credo sia necessaria la lettura :heart:

Mi spiace davvero tanto contraddirti , ma le ragazze del Mus sapevano bene la storia delle doujinshi , la sapevano tutti nella teke , lo sapeva anche gente che io non conosco e me l'ha scritto qui con dei commenti su deviantart , quindi è davvero irreale dire che non ne sapevano nulla , visto anche che quando ho avuto una discussione con la signora a gennaio ( cercalo se vuoi nella sua bacheca ) dove di nuovo lei mi faceva degli attacchi personali , loro due sono state subito li a difenderla , venendomi contro e dandomi dell'arrogante , dove una delle due dice "io conosco la questione ma se vorrai poi dirmi la tua versione sarò lieta di ascoltarla" ( se vuoi ho gli screen ) quindi ribadisco , la situazione la spevano tutti , fare finta di non saperla ora , serve a poco.
Il negozio non c'entra nulla con la casa editrice , la figlia della signora dice che è stata sua madre ad prire il negozio alle due ragazze....
Quando ho chiesto al Mus delle doujinshi , visto che era nel loro negozio che le avevo viste con i saldi di Luglio , ho chiesto loro questo:
"Avrei bisogno di un'informazione
Volevo sapere , dopo un anno di vendite alle fiere e nel vostro negozio , di quelle uniche 50 copie delle doujinshi di "Rfilesso" ed "Intangibile" stampate più un anno fa , tra voi e la sede Teke , nel totale quante copie sono rimaste , nel caso in cui siano rimaste."


Loro mi hanno risposto che ne avevano un po' di copie nel magazzino ( non mi hanno mai saputo dire quante , anche se l'ho richiesto altre 2 volte )non accennando minimamente al fatto che con la teke non c'entravano nulla.
Quando ho chiesto loro se potevo a questo punto averle mi hanno detto che dovevo parlarne con la teke , di nuovo mi è stato fatto capire che non c'era differenza tra loro e la casa editrice.
Ho detto quindi alla signora che le ragazze mi avevano informata delle copie residue , chiedendole se potevo averle io e lei mi ha solo scritto una frase chiedendomi l'indirizzo , dicendomi che avrei dovuto firmare una liberatoria.
Di nuovo , non mi è stato detto "guarda che con le copie del negozio non c'entro niente io , anzi , ho detto loro di non venderle" , no , la signora mi ha risposto di darle l'indirizzo , come se quelle copie le appartenessero e ne avesse il totale controllo...
Ora se vogliamo far credere diversamente , presumo sia tardi.
Per quanto riguarda la restituzione delle doujinshi ed il sedicente Parrucchiere , ti rimando al commento di risposta a Gaia , perchè anche qui , la storia ha dell'incredibile...(ribadisco , negozio di abbigliamento moda sara = parrucchiere....vabbè )
Ripeto di nuovo , a me non servivano le doujinshi in mano , non ci facevo nulla sul serio , mi bastava una parola , parola che mi è stata negata.
Il mio intento non era di far sembrare mostro nessuno , anzi , ho chiesto appunto di non insultare e di non dar loro ripercussioni ed anche se le due ragazze mi hanno sempre dato contro , io le ho difese quando la signora che "dice di aver avverato i loro sogni" ha voltato loro le spalle solo per fare bella figura.
Mi dispiace molto che sono state male , posso assicurarti dal canto mio che ne io ne mia sorella stiamo meglio per questa situazione , secondo me dovrebbero guardarsi bene le persone con le quali decidono di collaborare , se poi arriva una che non ha diritto apparente su di loro ad insultarle.
So che sono tue amiche , come so che tutta la verità non possono dirla perchè sono compromesse , le capisco , non condivido questo modo di fare , ma capisco che è loro necessario.

Il problema è vero , è stato di comunicazione , avrei comunicato molto volentieri con la signora , se non avesse continuato ad incollare sulla sua bacheca senza il mio permesso , miei messaggi privati ( pure a metà ) per poi decidere di darmi della merda e bloccarmi...

Io spero davvero che a te le cose andranno meglio di come sono andate a me per quanto riguarda il tuo libro , ti auguro davvero di realizzare ciò in cui credi , per quel che io posso dirti ( e la cosa non va nei miei interessi visto che io mi sono allontanata dalla casa editrice già da un anno fortunatamente ) stai solo attento , molto attento.
Puoi parlare con la signora , so che la verità non ti verrà mai detta , perchè lei continua ad essere convinta di aver agito nel giusto , però io ti faccio tanti auguri ^.^ :heart:


Grazie per questo commento , l'ho molto apprezzato :hug:
Tanti auguri ancora per i tuoi progetti futuri :heart:
Reply
Add a Comment: